Loading...

Protesi totale

La protesi mobile, comunemente chiamata “dentiera”, è una di quelle lavorazioni che, con l’arrivo degli impianti e con una cultura della prevenzione più radicata nella società, si realizza meno frequentemente rispetto a un tempo. Ripristina in toto l’intera arcata o l’intera bocca se non si hanno denti né sopra né sotto.

Nonostante sia considerata una lavorazione tra le più basilari da eseguire, richiede invece grande attenzione, perché spesso capita di cominciare il lavoro non avendo alcun parametro di partenza, o magari prendendo come riferimento le vecchie protesi del paziente che possono essere incongrue, usurate o spesso poco precise. La possibilità di sbagliare le altezze o le linee estetiche è uno degli errori più ricorrenti, che sfociano poi in un lavoro poco confortevole, impreciso ed esteticamente poco naturale.

La realizzazione di una protesi totale deve prendere in considerazione molti parametri come l’età del paziente, il colore dei capelli, della pelle, la forma del viso, il sorriso, le labbra, il sesso. Tutti dettagli molto importanti per scegliere la forma dei denti, la dimensione, il colore, ma anche la posizione e l’incastro. Solo in questo modo si potranno realizzare dispositivi che raggiungano un alto grado di precisione, comfort ed estetica.

Le protesi sono generalmente realizzate in resina acrilica, che può essere caratterizzata anche nella parte rosa per renderla il più naturale possibile. I denti che vengono montati invece possono essere di materiale diverso: in resina PMMA, composito o ceramica, con la possibilità di caratterizzare il dente in modo totalmente individuale per raggiungere il massimo dell’estetica e della naturalità

Vi è la possibilità che alcune persone siano intolleranti alla resina convenzionale, ed è per questo che il nostro laboratorio offre anche la possibilità di ricorrere a dei materiali particolari privi di monomeri di metile. Queste resine sono a base di oligomeri di uretano che ne migliorano la biocompatibilità.